sabato 7 gennaio 2012

Accessori

D'inverno pagaio normalmente con un dry-suit cioè con un tutone monopezzo stagno, il tutto mi da grande comfort di movimento (meno freno dei movimenti rispetto alle mute di neoprene) e grande sicurezza (puoi saltare in acqua in ogni momento e non senti assolutamente il freddo).

L'unico problema è che queste tute non traspirano, se pagai tanto sudi e tendi a ritrovarti bagnato dalla condensa.
Al mare la cosa non è terribile, il clima non è poi così freddo, basta aprire la tuta una volta a terra e lasciare uscire la condensa



Se invece pagaio all'Adda, specialmente a Trezzo, l'arrivo è in ombra, spesso e volentieri con ghiaccio... li il freddo dovuto all'umidità lo senti subito. E' necessario cambiarsi in fretta.

Per questa evenienza abbiamo trovato un utile accessorio, ti tiene al caldo mentre ti cambi e ti evita l'arresto per nudità in pubblico.

Inoltre permette sceniche rappresentazioni di cappa e di spad...pagaia volevo dire!


2 commenti:

Tatiana ha detto...

Bellissimi, sembrate pellegrini medioevali! Se però volete risolvere il problema della condensa basta scegliere una muta stagna integrale in trialminato traspirante: garantita la traspirazione anche dopo lunghe giornate di pellegrinaggio acquatico, marino e lacustre! Bacitati

Alexdemels ha detto...

Si... stavo pensando ad una muta traspirante, ma vorrei prima finire di sfruttare quella che ho. Per cui questo inverno...nisba, vado avanti a sudare!